Seychelles in barca a vela… il paradiso può attendere

7 giugno 2016

Se desiderate una vacanza in un paradiso tropicale, a pieno contatto con la natura, le Seychelles in barca a vela sono la scelta giusta! Queste grazioso arcipelago dell’Oceano Indiano è la meta prediletta dagli sposini per le sue spiagge suggestive, il mare spettacolare, l’intramontabile bel tempo e le esotiche atmosfere. Ma viverle rinchiusi nel lusso artificiale di un resort è una cosa, goderle in libertà solcandone le acque cristalline  a bordo di un catamarano è tutt’altra faccenda. Vissute dal mare le Seychelles si mostrano in tutta la loro bellezza, rivelandosi così adatte a chiunque; lo stretto contatto con la natura, la ricerca della tintarella perfetta, il relax di un pennichella in rada, il divertimento di una giornata in bicicletta tra le stradine di un’isoletta, l’allegra spensieratezza che la ciurma della Marmaglia sa trasmettere… e perchè no, con un pò di fortuna, qualche parentesi rosa nascosti nell’ombra delle mangrovie!

vacanza-seychelles-marmaglia

Mahè è l’isola di arrivo e partenza. Il punto di contatto fra il prima e il dopo. L’ultima parentesi, prima del grande viaggio, più avanti del malinconico addio. Un porto di mare, come si suol dire! Arrivati alla marina di Eden Island troverai tanti altri personaggi che come te vanno in cerca della loro barca. Mentre si aspetta di salpare, si sbrigano le ultime pratiche, si va a fare cambusa e si attende che si accenda la notte al Boardwalk, un grazioso localino dove il venerdì, giornata di ricambi, si scatena l’inferno. Gente di tutte le età e stili proveniente da tutto il mondo si butta in pista per ballare all night long. Mahè è l’isola più grande dell’arcipelago ed ospita la capitale Victoria, il principale centro economico, politico e commerciale del paese che vanta un vivace mercato, curati giardini botanici, antichi edifici coloniali. La città è anche il posto ideale per acquistare i regali dell’ultimo minuto prima di tornare a casa.

mangrovie-ombra-seychelles

La seconda isola delle Seychelles in ordine di grandezza è Praslin. Da qui si nuota per raggiungere la famosa spiaggia di Anse Lazio, in cui poter giocare con i tipici frutti coco de mer, fare foto da capogiro, e avvistare le prime tartarughe (tenute purtroppo tristemente recintate). Presso il porticciolo di Baie Saint-Anne si fa in genere tappa per caricare nuovo carburante e acqua dolce…. ma anche per tutte le cose che immancabilmente ci si è dimenticati di comprare con la prima cambusata.

seychelles-snorkelling

Terza isola, ma non meno importante è La Digue, meta, più che per ricchi turisti, per i veri amanti della natura; questo gioiellino non è certo sconosciuto al turismo di massa, ma è riuscita in qualche modo a sfuggire allo sfruttamento turistico che invece affligge Mahé e Praslin; si respira pertanto un’aria più rilassata, dove le poche strade asfaltate sono percorse per lo più da carri trainati dai buoi e da turisti in bicicletta che raggiungono le varie baie (anse) come ad esempio Anse Coco, Petit Anse e Grande Anse; qui troverete un ristorantino che per l’ora di pranzo espone una grande buffet creolo a base di pesce, e con 20 euro circa puoi riempirti come un pesce palla! Pedalando tra una spiaggia e l’altra inoltre puoi notare pittoresche guesthouse a conduzione familiare e “baracchini” di frutta fresca, come quello di Anse d’Argent; ma se preferite sorseggiare cocktail in una location più occidentale, entrate al Pool Bar. Infine va detto che grazie alla sua posizione, La Digue costituisce l’ideale punto di partenza per esplorare le isole vicine, tra cui Félicité, Grande Sœur e la fiabesca Île Cocos.

spiagge-seychelles

Ile Cocos, anche detta Coco Island, è una lacrima di paradiso caduta in mare e fatto atollo. Qui ci si può perdere facendo snorkeling in una fantastica barriera corallina, scattando foto da calendario, e avventurandosi in una piccola giungla “infestata” di uccelli. Coco Island è un lembo di terra che si restringe ancor di più al calar del sole, momento ideale per sorseggiare l’aperitivo, magari a base di Takamaka, il rhum per eccellenza delle Seychelles.

chiringuito-spiaggia-seychelles

Altre isolette graziose da visitare con la barca a  vela sono Cousine Island, una piccola isola granitica circondata da un mare incredibilmente cristallino, e Curieuse Island dove si può camminare accanto alle tartarughe in cattività o avventurarsi tra le mangrovie per raggiungere la spiaggia del Doctor House. Ovviamente non quello del celebre telefilm, ma la residenza di un ex medico, utilizzata nel 1829 come lebbrosario; ha funzionato in questa veste fino al 1965 e ciò ha contribuito a proteggere l’ecosistema locale dall’influenza umana. Per gli amanti della buona cucina è possibile gustare il miglior pesce arrostito delle Seychelles, servito direttamente sulla sabbia, al domicilio del tuo telo da mare.

curieuse-tartarughe-libere

Una vacanza in barca a vela alle Seychelles non è solo girare tra isole ma è anche fermarsi in mezzo all’oceano Indiano e farsi un bagno, o fare gara di tuffi, è stendersi a prendere il sole, con la protezione 50, è avvistare delfini, ma anche pescare tonni e barracuda, è innamorarsi davanti a un tramonto, è addormentarsi a prua sotto la via lattea. Se non è il paradiso poco ci manca!

coco-island-michela

Go top