Marco Giusti Skipper

Non esistono domande stupide a bordo…
e prima di fare con la vostra testa, utilizzate la mia!

– Marco Giusti (citazione di me medesimo)

Nasco praticamente in barca, posso raccontare la mia prima perturbazione solo con la voce di mio padre perché troppo piccolo x ricordarla!!
Per il resto ho ancora vividi dentro di me i ricordi delle prime traversate x raggiungere le isole Toscane (terra dove sono nato)

Le distanze che sembravano infinite, quando navigare voleva dire giornate sotto il sole a vela a 4 nodi, quando 50 litri d’acqua dovevano bastare per 3 giorni, quando il punto nave si faceva con carta e righello, quando le vele non si avvolgevano, ma si piegavano, quando ogni mattina si dava il colpetto al barometro, unica “APP” che ti dava indicazioni del meteo, e poi gli ormeggi in seconda fila, filare l’ancora nei porti perché privi di corpo morto…

Ricordo la sensazione di responsabilità e emozione provata a 12 anni con il mio primo ormeggio come timoniere.
Il primo comando di un’imbarcazione…
E poi la vela intesa come velocità, 15 anni di windsurf, 5 di kite… e poi e poi qualche anno di pausa speso per vincere 2 campionati Italiani di gare in Quad,
perché prima o poi comunque il mare ti riporta a terra

E all’improvviso? Quando tutto cominciava a essere routine, l’incontro con la tribù di Marmaglia e i suoi folli seguaci!

E adesso?
Adesso basta scrivere da solo… vi voglio in barca con me per scrivere qualche nuova pagina insieme

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Go top
Chatta con noi
Hai bisogno di informazioni? Scrivici
Ciao possiamo esserti d'aiuto?